Lo Russo nuovo sindaco di Torino con il 59,23% dei voti al ballottaggio

Una settimana di tempo per costruire la giunta, e poi via all’esperienza di governo con un vicensindaco donna. Ma a vincere oggi è l’astensione.

Con 168.997 voti, pari al 59,23% dei voti espressi al ballottaggio, Stefano Lo Russo è il nuovo Sindaco di Torino, succedendo a Chiara Appendino. “Sono tante le persone da ringraziare – scrive il nuovo primo cittadino sui social –, chi ci ha creduto e chi si è messo a disposizione. Le centinaia di volontari che ci hanno messo braccia, gambe, testa e soprattutto cuore per realizzare questa incredibile campagna elettorale. Però il primo pensiero va ai tanti torinesi che non credono più alla politica; a loro voglio dire che farò di tutto per farli ricredere. La politica è senso di responsabilità verso tutta la comunità. Sarò un Sindaco attento è presente nei quartieri, tutti. Sono convinto ci sia bisogno di vera comunità e di guardarsi negli occhi. La politica se vuole tornare ad essere credibile deve essere seria e concreta”.

Erano tanti anni che il centrosinistra non era così unito, così capace di fare squadra – ha annunciato Lo Russo al comitato elettorale –. Il risultato è oltre ogni nostra aspettativa, un esito importante che ci responsabilizza molto. […] Lunedì prossimo annuncerò la giunta, mi prendo questo tempo per scegliere le persone migliori: mi assumerò io la responsabilità delle scelte, primo criterio la competenza. Posso comunque già dire che il vicesindaco sarà una donna”.

Non nego emozione. Questa vittoria – ha proseguito il docente del Politecnico a la dedico a una persona che per me è stato un maestro, un padre, una guida, don Aldo Rabino”, salesiano e ex cappellano del Torino, nonché artefice dell’impegno politico di Lo Russo, che ha concluso la propria dichiarazione con un messaggio diretto agli ex sindaci Castellani, Chiamparino e Fassino, presenti al comitato: “Vi prenderò a modello pur nella vostra spceificità, per la vostra capacità di essere persone perbene”.

Il miglior risultato è stato conseguito da Lo Russo nella circoscrizione 7, dove ha totalizzato l 63,16% (17.143 voti), mentre registra il peggior risultato nella 6 (13.078 voti per il 51,44%), dove il vantaggio su Damilano è sceso a meno di 700 voti.

Protagonista assoluta di questo finale di campagna elettorale è stata la diffusa astensione: 290.632 i voti (dei quali 285.319 i validi), pari al 42,14% degli aventi diritto.

By Redazione

Related Posts