Da Barbero, a don Ciotti, a Spotify. Tutto il programma di Portici di Carta 2021

La tradizionale manifestazione editoriale perde due giorni e si limita per quest’anno alla sola ricorrenza di San Giovanni, proponendo incontri, presentazioni, dialoghi, passeggiate letterarie, laboratori per bambine e bambini.

Portici di Carta, la manifestazione che trasforma Torino in una delle librerie all’aperto più lunghe del mondo e in una straordinaria festa popolare del libro, torna in città con un’edizione speciale nel giorno dedicato al suo patrono San Giovanni, giovedì 24 giugno 2021.

Nel pieno rispetto delle normative sanitarie relative all’emergenza Covid-19, il centro di Torino accoglierà lettrici e lettori di ogni età con la presenza di librerie torinesi e editori piemontesi e con la proposta di un programma culturale di incontri, presentazioni, dialoghi, passeggiate letterarie, laboratori per bambine e bambini, letture ad alta voce, in compagnia di scrittori e scrittrici da tutta Italia, bibliotecarie, bibliotecari, insegnanti e volontari. Con una novità “off”, ovvero gli appuntamenti nei giorni precedenti, lunedì 21, martedì 22 e mercoledì 23 giugno, tra librerie e spazi delle Circoscrizioni torinesi, per coinvolgere anche la periferia nella grande festa open air del libro. Tutto a ingresso gratuito.

La presenza di 60 librerie, fra indipendenti, di catena, remainders, antiquarie, bouquinistes, suddivise in 17 aree tematiche, 68 case editrici e 40 espositori “Il libro ritrovato” di libri antichi e fuori catalogo dalla mattina alla sera di giovedì 24 giugno accompagnerà il programma culturale di Portici di Carta, come sempre all’insegna della lettura e della scoperta, dell’incontro e dello scambio di idee, della condivisione e della riflessione, ma anche della progettualità culturale.

Tra gli ospiti attesi: lo storico e scrittore Alessandro Barbero con il nuovo libro Alabama (Sellerio), in compagnia di Giuseppe CulicchiaFabio Anibaldi Cantelli, vicepresidente del Gruppo Abele, e la sua storia raccontata in Sanpa, madre amorosa e crudele (Giunti), con la partecipazione di don Luigi CiottiEnrico Deaglio con il nuovo giallo sull’attacco a Capitol Hill Cose che voi umani (Marsilio) in uscita il 24 giugno stesso, in dialogo con Francesco GuglieriEvelina Christillin e Christian Greco, rispettivamente presidente e direttore del Museo Egizio di Torino, con la loro riflessione Le memorie del futuro (Einaudi), in compagnia di Luca Beatrice; la traduttrice Ilide Carmignani con il suo Storia di Luis Sepúlveda e del suo gatto Zorba (Salani), omaggio allo scrittore grande amico del Salone Internazionale del Libro di Torino, scomparso nel 2020, la cui moglie Carmen Yáñez sarà in collegamento video, in dialogo con Renzo Sicco; i bibliotecari, volontari e insegnanti torinesi per un ricordo di Antonella Biscetti, da poco mancata, storica coordinatrice e anima di TorinoReteLibri; Carlo GreppiEric GobettiFrancesco Filippi e Pino Ippolito Armino, autori di libri per la collana Fact Checking, per festeggiare i 120 anni della casa editrice Laterza; Stefania Bertola e Eleonora Sottili con i loro racconti nel libro a più voci Storie sospese (Capricorno); Ester Armanino con il ritratto di donna Contare le sedie (Einaudi); il libraio Rocco Pinto e il giornalista Paolo Morelli, curatori di Barriera stories (Graphot), racconto collettivo di un quartiere, con alcuni degli autori dei testi, tra cui Paola CeredaMargherita OggeroEnrico PandianiMassimo TalloneDario Voltolini; lo scrittore e giornalista Massimo Novelli e il suo Ho molto desiderato la felicità, sui rivoluzionari piemontesi di inizio Ottocento.

Tra le iniziative per bambine e bambiniragazze e ragazzi: le azioni di pittura curate dalle Artenaute del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e dedicate a La gabbianella e il gatto di Luis Sepúlveda; le letture ad alta voce con Nati per leggere; gli appuntamenti con tanti autrici e autori, come lo scrittore, illustratore e fumettista Davide CalìAngelo Petrosino, noto per la celebre serie Valentina, l’illustratore Premio Andersen 2019 Marco Somà, la filosofa e scrittrice Guia Risari, l’illustratrice Rossana Bossù, l’autore Daniele Bergesio, l’illustratore Marco Paschetta, l’autrice Sara Marconi, la scrittrice e regista Mary Griggion.

Le sei passeggiate letterarie guideranno lettori e appassionati alla scoperta dei luoghi e degli spazi cittadini frequentati da scrittori, pensatori, nomi illustri che hanno visitato Torino. Ci si sposterà a piedi, ricalcando le orme, tra gli altri, di Fruttero & Lucentini, Mario Soldati, Jean Jacques Rousseau, Edmondo De Amicis, Augusto Monti, Xavier De Maistre, Vittorio Alfieri, Friedrich Nietzsche, Leone Ginzburg, Cesare Pavese, Primo Levi, Emilio Salgari, Italo Calvino.

Portici di Carta sarà l’occasione anche per presentare e confrontarsi su progetti di promozione alla lettura e scrittura: il Concorso letterario nazionale Lingua Madre con il video sulle vincitrici; il nuovo Independent Grand Tour, ideato da Hangar del Libro Regione Piemonte e Salone Internazionale del Libro di Torino, per far conoscere la ricca realtà editoriale e libraria indipendente piemontese; Lettura 2030, il nuovo progetto sociale e culturale del Salone del Libro e delle Biblioteche civiche torinesi per la donazione di libri; Incipit Offresi, primo talent letterario itinerante dedicato agli aspiranti scrittori, promosso da Fondazione ECM – Biblioteca Archimede di Settimo Torinese e Regione Piemonte; l’iniziativa Lettura Day, progetto di lettura condivisa sui social nato durante il lockdown per unire la grande comunità dei libro; Se Non Ora Quando? con il libro Una rete di fili colorati sui suoi dieci anni di attività; la staffetta dantesca in diverse librerie italiane, pensata dalla rivista L’indiscreto e Salone Internazionale del Libro di Torino.

E in occasione di questa edizione speciale, Portici di Carta diventa anche musicale, grazie alla playlist Canzoni su Torino, ascoltabile su Spotify al profilo “Salone del Libro” (http://bit.ly/SaloneLibroSpotify) da domenica 20 giugno: una selezione di brani che attraversano epoche e generi diversi, dal cantautoriale all’industrial, dal folk al popolare, dal jazz all’elettronica, e che mettono sempre al centro il capoluogo sabaudo, raccontando storie, emozioni, vite e ricordi. Curata da Marco Pautasso, fa parte delle playlist del Salone del Libro dal titolo Il cinghiale bianco, omaggio al compianto Franco Battiato.

 

PORTICI DI CARTA 2021 IN DETTAGLIO

I luoghi e come prenotare

Gli stand delle librerie e degli editori si snoderanno lungo via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice, dalle ore 10 alle ore 23 di giovedì 24 giugno.

Gli incontri con autrici e autori sono in programma all’Oratorio San Filippo Neri (via Maria Vittoria 5). Piazza San Carlo ospita Mini Portici, lo spazio dedicato alle iniziative bambine, bambini, ragazze e ragazzi, e lo Spazio Incontri Piazza San Carlo, fulcro delle presentazione dei progetti legati alla lettura.

Nei giorni precedenti gli appuntamenti off di avvicinamento si svolgono in diversi spazi del centro e della periferia, tra cui: Lingotto Fiere (via Nizza 294), Biblioteca civica Centrale (via della Cittadella 5), Cumiana 15 (via Cumiana 15), Arena Teatro Monterosa (via Brandizzo 65), Giardini Sambuy (piazza Carlo Felice), piazza Antonicellipiazza Montanari; e in diverse librerie torinesi.

Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. Gli incontri all’Oratorio San Filippo Neri, l’appuntamento con Alessandro Barbero a Lingotto Fiere, i laboratori allo spazio di Mini Portici, le attività artistiche per bambine e bambini in piazza San Carlo con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e alcuni incontri “off” nei giorni di avvicinamento a Portici sono a prenotazione obbligatoria sulla piattaforma SalTo+ (saltopiu.salonelibro.it) a partire dal 16 giugno.

Il programma

Il programma di Portici di Carta 2021 si apre con uno speciale appuntamento di anteprima: mercoledì 23 giugno alle ore 18 al Padiglione 1 di Lingotto Fiere, lo scrittore e storico più amato d’Italia e più seguito su Youtube, Alessandro Barbero, presenta per la prima volta dal vivo il suo nuovo romanzo Alabama (Sellerio), che, partendo da un atroce eccidio di neri commesso dai soldati confederati del Sud durante la guerra civile americana, porta il suo sguardo storico, ma al contempo romanzato e attuale, nel passato degli Stati Uniti, con la Guerra di Secessione americana, la questione del suprematismo bianco e il razzismo profondo che pervade le istituzioni. Presenta l’incontro lo scrittore Giuseppe Culicchia.

Il calendario degli appuntamenti entra nel vivo giovedì 24 giugno, giorno di San Giovanni, patrono di Torino, con gli appuntamenti all’Oratorio San Filippo Neri (via Maria Vittoria 5).

Portici di Carta alza il sipario alle ore 10 con un ricordo dedicato a Antonella Biscetti, al quale partecipano numerose personalità che con lei hanno condiviso idee, progetti e sfide, per rendere il libro un bene sempre più diffuso e accessibile. Scomparsa nel mese di aprile all’età di 59 anni, insegnante e promotrice culturale amata e apprezzata per la sua umanità, professionalità e passione, Biscetti è stata coordinatrice di TorinoReteLibri, la rete delle biblioteche scolastiche torinesi fondata nel 2004. L’ultimo lavoro a cui si è dedicata con dedizione, insieme con Tiziana Cerrato, è stato il progetto Lo Zibaldone del tempo sospeso. Voci dal lockdown, due libri che raccolgono le voci degli studenti nei primi mesi della pandemia: pensieri, disegni, poesie, racconti, cronache e fotografie realizzati dagli alunni delle scuole dall’infanzia alle superiori.

La mattina di Portici di Carta prosegue alle ore 11.30 con Fabio Anibaldi Cantelli, vicepresidente del Gruppo Abele, che per la prima volta porta a Torino, al pubblico in presenza, la storia ripercorsa in Sanpa, madre amorosa e crudele, recentemente edito da Giunti (pubblicato la prima volta nel 1996 col titolo La quiete sotto la pelle). Un memoir che racconta il rapporto con l’eroina, gli anni di vita all’interno della comunità di San Patrignano (dal 1983 al 1995) con i compagni e con il fondatore Vincenzo Muccioli, la faticosa strada della disintossicazione, anticipando di trent’anni il dibattito sulla tossicodipendenza. A dialogare con Cantelli sui temi del libro sarà don Luigi Ciotti.

Alle ore 16 Portici di Carta accoglie Enrico Deaglio, uno dei più acuti osservatori del passato recente e della contemporaneità, con il suo esordio in giallo con Cose che voi umani (Marsilio), in uscita il 24 giugno. La vicenda noir prende spunto da uno dei fatti che maggiormente hanno segnato gli ultimi mesi, l’assalto a Capitol Hill, a Washington, nel gennaio 2021. Modera l’appuntamento l’editor Francesco Guglieri.

Sul palco di Portici di Carta alle ore 17.15 sono attesi Evelina Christillin e Christian Greco, rispettivamente presidente e direttore del Museo Egizio di Torino, per un dialogo che prende ispirazione dalle questioni trattate nel saggio scritto a quattro mani e appena pubblicato da Einaudi, Le memorie del futuro. Come nasce un museo? Cosa c’è dietro la scelta per l’allestimento delle gallerie? Quali difficoltà organizzative, legali, etiche si trova oggi ad affrontare chi gestisce collezioni di opere d’arte? I due autori si interrogano su passato, presente e futuro delle istituzioni museali, esplorando il concetto di memoria collettiva e quello d’innovazione sociale come guida per la sostenibilità. Modera l’incontro Luca Beatrice.

Omaggio a Luis Sepúlveda alle ore 18.30. La sua storica traduttrice Ilide Carmignani presenta il suo libro dedicato alla vita dello scrittore: Storia di Luis Sepúlveda e del suo gatto Zorba (Salani). È la biografia poetica di Sepúlveda, scritta dall’autrice ispirandosi allo stile in cui lo scrittore cileno raccontava il mondo. Partendo dall’infanzia a Santiago, per poi ricordare il primo amore e l’incontro con Carmen, sua compagna della vita, prosegue con l’elezione del presidente Allende e il successivo golpe che costringe Sepúlveda all’esilio. Una vita avventurosa, generosa e intensissima e incandescente come la definisce lui stesso. Con Carmignani dialogheranno il regista Renzo Sicco, che dalle opere dell’autore cileno ha tratto alcune delle sue messe in scena, e la moglie di Sepúlveda Carmen Yáñez in collegamento online.

Tra un incontro e quello successivo, all’Oratorio San Filippo Neri sarà proiettato il videoracconto dedicato alle vincitrici della XVI edizione del Concorso letterario nazionale Lingua Madre: Natalia Marraffini, Lala Hu, Noreen Nasir, Lorena Carbonara, Manijeh Moshtagh Khorasani, Elizabeta Miteva, Rajae El Jamaoui, Vera Lúcia de Oliveira. Progetto di Regione Piemonte e Salone Internazionale del Libro di Torino, ideato nel 2005 da Daniela Finocchi, è rivolto a tutte le donne straniere o di origine straniera residenti in Italia.

Mini Portici per bambine e bambini

Per accogliere bambini e bambine, Portici di Carta diventa Mini Portici con uno spazio in Piazza San Carlo che si fa in tre, ospitando i laboratori con autrici e autori, le letture ad alta voce con Nati per Leggere, a cura delle Biblioteche civiche torinesi, e le azioni di pittura nel ricordo di Luis Sepúlveda, curate delle Artenaute del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.

Dalle ore 10 alle ore 20 sotto la tenda Nati per Leggere, una giornata di letture a tu per tu per bambine e bambini da 0 a 6 anni, coordinato e gestito dalle Biblioteche Civiche Torinesi. I più piccoli potranno sfogliare centinaia di libri, leggerli con mamma e papà ed essere cullati e coccolati dalle letture ad alta voce a cura degli operatori della rete Npl Torino. Tra i libri proposti, anche i finalisti delle edizioni del premio nazionale Nati per Leggere, sostenuto dalla Regione Piemonte. Nessuna prenotazione richiesta.

Tanti autori e autrici piemontesi saranno a Mini Portici dalle 10 alle 19.30 per un’intera giornata all’insegna dei libri, della creatività e delle storie, sempre in piazza San Carlo: nove laboratori e letture ad alta voce a misura di bambino. Tra gli ospiti: l’autore, illustratore e fumettista Davide Calì con una divertente storia di supereroi (dalle 15.30 alle 16.20); Angelo Petrosino, padre della famosa serie di Valentina con due libri sull’ascolto e gli animali (dalle 16.30 alle 17.20); l’illustratore e vincitore nel 2019 del Premio Andersen Marco Somà (dalle 17.30 alle 18.20); la filosofa e scrittrice Guia Risari con un albo sul rapporto uomo-natura (dalle 14.30 alle 15.20) e ancora Rossana Bossù con un laboratorio sulla vita segreta delle meduse (dalle 18.30 alle 19.20); Daniele Bergesio con un racconto sulle emozioni e la cucina (dalle 10 alle 10.50); Marco Paschetta con un laboratorio alla scoperta degli alberi (dalle 13.30 alle 14.20); Sara Marconi con un albo sulla paura e il coraggio nell’infanzia (dalle 11 alle 11.50) e Mary Griggion con una storia di amicizia tra bambini e animali (dalle 12 alle 12.50). Tutti i laboratori e le letture sono su prenotazione su SalTo+.

Dopo le attività gli autori e le autrici saranno disponibili per un firmacopie dei loro libri in vendita nello spazio laboratorio.

A partire dalle ore 11 la piazza inizierà a colorarsi rendendo protagonisti bambine e bambini per Spiccare il volo. Il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli coinvolgerà il giovane pubblico in azioni di pittura dedicate al libro di Sepúlveda La gabbianella e il gatto, storia di amicizia, integrazione, coraggio. Un incitamento a spiccare il volo perché, come ci ricorda lo scrittore cileno, la felicità è un diritto umano e abbiamo tutti bisogno di un nuovo orizzonte di sogni e speranza

Mini Portici invita inoltre a a scoprire i 30 libri per l’estate consigliati dalle librerie per bambini di Portici di Carta. Trenta suggerimenti di lettura dei librari e delle libraie torinesi per giovani lettori e lettrici. Uno per fascia d’età: prescolare, primo e secondo ciclo della primaria. Libri, albi illustrati e fumetti da portare al mare, in montagna, in città e nello zaino. Tutti i titoli proposti potranno essere acquistati nei rispettivi banchi lungo i portici.

Sempre in Piazza San Carlo torna il Bibliobus, la biblioteca itinerante della Città di Torino attrezzata con circa 1300 libri per adulti e bambini (con un catalogo di 3500 titoli), computer e connettività Wi-Fi, che mette a disposizione i servizi gratuiti di iscrizione e prestito, la biblioteca digitale, la selezione di libri del progetto Dirittibus, realizzato con il Polo del ‘900 e attività animative.

Anche in questa edizione gli incontri di Portici di Carta saranno seguiti e raccontati – attraverso approfondimenti, interviste e servizi – da giovani reporter d’eccezione, coordinati da Augusta Giovannoli: i ragazzi e le ragazze del Bookblog, lo spazio di racconto partecipato che il Salone Libro dedica alle scuole e che quest’anno si è rinnovato nella forma e si è aperto a nuovi contenuti. Per leggere i loro articoli: bookblog.salonelibro.it.

Anche quest’anno a Portici di Carta, nell’ambito dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento, un gruppo di 30 studenti e studentesse è coinvolto attivamente nella logistica dell’evento. Grazie alla relazione strutturale con TorinoReteLibri (rete di coordinamento della biblioteche scolastiche che conta più di 50 scuole aderenti sul territorio) i ragazzi e le ragazze hanno la possibilità di svolgere le ore di alternanza scuola-lavoro aiutando nell’accoglienza del pubblico, nella gestione degli spazi e delle sale e nel supporto alle attività per bambine e bambini di Mini Portici. Tutti gli studenti e le studentesse hanno partecipato al percorso organizzato dal Salone del Libro, Lavorare con i libri, l’esperienza formativa che accompagna alla scoperta della filiera del libro. Un percorso per rendere più fruttuosa e consapevole la loro esperienza di PCTO.

I progetti dedicati alla lettura

Sempre giovedì 24 giugno, nello Spazio Incontri di Piazza San Carlo, Portici di Carta presenterà al pubblico diversi progetti per la promozione del libro e la diffusione della lettura e della scrittura, tra iniziative di nuova ideazione e progetti di successo già avviati: Independent Grand TourLettura 2030Incipit Offresi, Lettura Day Se Non Ora Quando?. A questi si aggiunge la staffetta delle letture dantesche in diverse librerie italiane.

Lettura 2030 è un progetto ideato dal Salone Internazionale del Libro di Torino e Biblioteche civiche torinesi che chiama a raccolta editori e lettori per la donazione di libri, da mettere in circuito e a disposizione gratuita per il prestito nelle biblioteche di Torino, negli ospedali e nelle carceri non solo del Piemonte, ma di tutta Italia. Si parte con 3.000 libri che il Salone del Libro dona alle biblioteche del capoluogo piemontese: romanzi, saggi, raccolte di racconti e poesie, graphic novel, albi illustrati e libri tattili di autrici e autori italiani e internazionali, che negli anni il Salone ha ricevuto dagli editori, un cospicuo patrimonio librario che rischiava di rimanere inutilizzato e che viene ora messo a disposizione dei lettori. Presentazione ore 12.

Incipit Offresi è il primo talent letterario itinerante per aspiranti scrittori che si propone di promuovere la lettura tramite una gara letteraria coinvolgente e divertente, permettere agli autori esordienti, o che hanno un nuovo libro in uscita, di dialogare con gli editori, dare la possibilità a tutti i partecipanti di vedere pubblicata la propria opera, valorizzare la filiera del libro e in primo luogo le biblioteche, i piccoli editori piemontesi e le librerie indipendenti del territorio. Una delle audizioni fa tappa proprio a Portici di Carta, con gli attori di Bteatro e le musiche di Mao: la vincitrice o il vincitore vincerà un buono libro del valore di € 100,00, da utilizzare nelle librerie convenzionate in Portici di Carta. Info e iscrizioni: info@incipitoffresi.it, tel. 339.5214819. Presentazione ore 16.

Se Non Ora Quando? Torino, presenta Una rete di fili colorati (Golem), libro dedicato ai suoi dieci anni di vita, per raccontare l’avventura civile, culturale e umana di un gruppo di donne torinesi, riunite in un movimento per contrastare la violenza contro le donne e gli stereotipi, promuovere la parità in ogni campo e la coscienza di se’ senza pregiudizi verso gli uomini, contando anzi nel loro coinvolgimento. Presentazione ore 17.30 con Albertina Bollati, Antonella Macciocu e Laura Onofri.

Independent Grand Tour è un viaggio nei capoluoghi di Provincia del Piemonte per raccontare l’editoria indipendente della Regione e cominciare a far scoprire la nuova edizione del Salone Internazionale del Libro. È ideato dal team di Hangar del Libro e dal Salone del Libro. Le sette tappe nei capoluoghi di provincia prendono il via il 10 e 17 luglio e proseguiranno nei mesi di settembre e ottobre, coinvolgendo le città di Alessandria, Asti, Cuneo, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli, Torino. Il tour permetterà al pubblico del territorio regionale di scoprire la grande ricchezza dell’editoria indipendente piemontese attraverso eventi in alcune delle librerie dei capoluoghi. Ogni tappa sarà l’occasione, grazie al coinvolgimento di due attori, di raccontare editori e nuove uscite. Presentazione ore 19 con: Valeria Dinamo e Marco Pautasso.

Lettura Day è un’idea di Adei, l’Associazione degli editori indipendenti italiani, realizzata assieme a librerie, biblioteche, scuole, sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura. Ideata il 23 aprile in occasione della Giornata Mondiale del Libro, chiama lettrici e lettori a mettersi in gioco leggendo ad alta voce per qualcun altro, scegliendo il proprio libro del cuore o affidandosi al caso, condividendo il momento sui social con l’hashtag #letturaday. In occasione di Portici di Carta, con l’appuntamento I libri cambiano il mondo, un gruppo di giovani lettori, coordinati da Stefania Giuliani di O.D.S. – Operatori Doppiaggio e Spettacolo – sceglie e interpreta pagine tratte da libri che hanno cambiato o cambieranno il mondo. Incontro alle Ore 21.

Ma i progetti di lettura non si fermano in Piemonte. Per i settecento anni dalla morte di Dante la rivista online L’indiscreto ha dato il via a una lettura contemporanea e collettiva in più librerie italiane, in cui ogni lettore coinvolto si dedica a un particolare canto della Divina Commedia. Un vasta costruzione comunitaria che fonde la tradizione alta e antica dell’esegesi pubblica con le nuove possibilità della divulgazione culturale in rete. In occasione di Portici di Carta e in collaborazione col Salone del Libro, alcuni dei protagonisti di questa impresa letteraria raccontano il loro Canto in una libreria d’elezione della loro città, in dialogo con il libraio e il pubblico presente. Hanno aderito le librerie Ora Blu di Firenze (con Inferno XV e XI, Purgatorio XII; 23giugno) e Giardino delle Parole di Pistoia (con Inferno XXXI; 24 giugno).

Aspettando Portici di Carta, gli appuntamenti “off”: 21, 22 e 23 giugno

Portici di Carta quest’anno presenta una novità “off”: una serie di appuntamenti nei giorni precedenti, lunedì 21martedì 22 e mercoledì 23 giugno, tra librerie e spazi del centro e delle Circoscrizioni torinesi, per arricchire il programma culturale dell’edizione e per coinvolgere anche gli spazi meno centrali e la periferia nella grande festa del libro.

Inoltre, Giardino Forbito, partner storico di Portici di Carta, domenica 20 giugno alle ore 13.30, in collaborazione con Circoscrizione 1 e Associazione Francesco Tamagno, sotto il porticato del Museo del Risorgimento propone un concerto d’opera con una trentina di voci, in una performance street art.
Lunedì 21 giugno

Lunedì 21 giugno alle ore 17 la Libreria Belgravia (via Vicoforte 14/D) propone Babù e il bosco dei profumi, racconto animato di “teatro e sensi” per bambini di 3-6 anni, che fa parte di In viaggio con le emozioni – Racconti teatrali e letture in Circoscrizione 3 (Info e prenotazioni: 3475977883- libreria.belgravia@gmail.com).

Alle ore 17.30 la Libreria Donostia (via Monginevro 85/A), in collaborazione con l’Associazione Monginevro Cultura, presenta il libro I giardini di Torino, perché il capoluogo piemontese vanta il primato della città più verde d’Italia e, con i suoi 400 parchi e giardini, è tra le quindici città più verdi al mondo.

Alle ore 18.30 a Cumiana 15 (via Cumiana 15) Portici di Carta, in collaborazione con BloomingTeam, festeggia i 120 anni della casa editrice Laterza con l’incontro La storia alla prova dei fatti, centrato sulla recente storia italiana, in compagnia di quattro autori della collana Fact Checking, che nei loro ultimi lavori indagato sui lati oscuri del nostro passato più vicino, tentando di fare luce su vicende, fatti e fenomeni non ancora compresi nella loro interezza: Carlo Greppi (curatore della collana) con L’antifascismo non serve più a niente, Francesco Filippi con Prima gli italiani!, Eric Gobetti con E allora le foibe?Pino Ippolito Armino con Il fantastico Regno delle Due Sicilie. Appuntamento con prenotazione obbligatoria sulla piattaforma Salto+

Sempre lunedì 21 giugno all’URP Consiglio Regionale del Piemonte (via Arsenale 14/G) apre Nel mezzo del cammin di nostra vita…, mostra fotografica e xilografica a cura del Laboratorio ARTIVIAMOCI dell’Associazione ICS con i detenuti della Casa di Reclusione San Michele di Alessandria e la direzione scientifica dell’associazione PassoDopoPasso. Disegni, incisioni e stampe xilografiche a partire dalla lettura dei canti dell’Inferno dantesco associati a riprese fotografiche dei detenuti attori. La mostra, visitabile fino al 12 luglio, sarà presentata il 24 giugno allo Spazio Incontri di Piazza San Carlo (ore 11) con, tra gli altri: Monica Dorato e Piero Sacchi, Associazione PassoDopoPasso e Associazione ICS, Bruno Mellano, Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà della Regione Piemonte, Alice Bonivardo e Pierpaolo D’Andria, Provveditore Amministrazione penitenziaria del Piemonte.
Martedì 22 giugno

Martedì 22 giugno doppio appuntamento alla libreria Setsu-bun & Millevolti (via Cernaia 40M): alle ore 15 l’egittologo e scrittore Alfredo Luvino presenta la sua casa editrice, le edizioni Sottosopra; alle ore 17 Marzio Broda racconta Un anno a Tokyo (Scritturapura) con gli occhi di chi dall’Occidente arriva in Giappone e ancora oggi, come un tempo, ne rimane meravigliato.

Alle ore 18.30 alla Biblioteca civica Centrale (via della Cittadella 5) viene presentato il libro Storie sospese (Capricorno), realizzato da Libri in Nizza. Insieme con i curatori Antonella Cavallo e Fulvio Gatti, intervengono alcune scrittrici e scrittori che hanno partecipato al progetto, come Stefania Bertola e Eleonora Sottili. Partecipano: l’editore Walter Martiny, il sindaco di Nizza Monferrato Simone Nosenzo e l’assessore alla Cultura di Nizza Monferrato Ausilia Quaglia. La storia e le vie di Nizza Monferrato rivelate, tra fantasia e realismo attraverso la voce di sei scrittori e la mano di un pittore che ha evocato l’essenza dei sei percorsi. Incontro con prenotazione obbligatoria sulla piattaforma SalTo+.

Alle ore 18.30 alla libreria Belgravia (via Vicoforte 14/D) Silvia Bardesono presenta Magnolia degli ulivi (Les Flaneurs), insieme con Raffaella Giani (Info e prenotazioni: 3475977883 – libreria.belgravia@gmail.com)

Alle ore 19 all’Arena Teatro Monterosa (via Brandizzo 65) appuntamento con Barriera stories (Graphot), volume curato da Paolo Morelli e Rocco Pinto che racconta Barriera di Milano con le voci dei suoi abitanti: 61 racconti per 62 autori diversi, che dal loro punto di vista ricostruiscono la storia e l’evoluzione di un quartiere, metafora del cambiamento di Torino. È il secondo volume della nuova collana Stories, dedicata al racconto collettivo dei quartieri torinesi, inaugurata nel 2020 con Borgo Rossini stories Intervengono gli autori di alcuni dei testi raccolti nel volume: Paola CeredaMargherita OggeroEnrico PandianiMassimo TalloneDario Voltolini.
Mercoledì 23 giugno

Oltre all’appuntamento con Alessandro Barbero a Lingotto Fiere, mercoledì 23 giugno altre iniziative arricchiscono il calendario di avvicinamento a Portici di Carta.

Alle ore 18 in Piazzetta Antonicelli (angolo con Corso Valdocco), il giornalista e scrittore Massimo Novelli presenta Ho molto desiderato la felicità. Storie avventurose e romantiche dei rivoluzionari del 1821 (Graphot), dedicato agli insorti nella notte il 9 e il 10 marzo 1821, ad Alessandria, quando ebbe inizio la breve avventura della rivoluzione liberale piemontese.

Sempre alle ore 18, all’Educatorio della provvidenza – Biblioteca storica (corso Trento, 13), Giorgio Brizio, giovane attivista di Fridays for Future, presenta Non siamo tutti sulla stessa barca (Slow Food Editore): dalla crisi climatica alle migrazioni, uno sguardo inedito sui temi di attualità più urgenti.

Alle ore 18.30 in piazza Montanari, in collaborazione con la libreria Gulliver, Ester Armanino presenta Contare le sedie (Einaudi), ritratto delle tante vite di cui si compone una donna, che tenta di mettere insieme i pezzi delle proprie identità per riconoscersi intera, senza perdersi ad assecondare i desideri degli altri.

Alle ore 19, alla libreria Belgravia (via Vicoforte 14/D) l’incontro Poker di autori con quattro autori di Pathos Edizioni: Matteo Lezzi (Per ogni istante), Giulio Mainardi (Proposta di riforma gráfìca dell’italjano), Paolo Napoli (An easy wor(l)d), Davide Pelanda (Storie di ordinaria vita scolastica). Info e prenotazioni: 3475977883, libreria.belgravia@gmail.com.

Le passeggiate letterarie

A Portici di Carta 2021 non mancherà il tradizionale appuntamento con le amate passeggiate letterarie, curate da Alba Andreini, in programma giovedì 24 giugno. Saranno sei e attraverseranno tutti i principali quartieri del centro di Torino, per far scoprire la bellezza nascosta della città che ha ispirato tanti scrittori e che ha fatto entrare i suoi luoghi nel loro immaginario. Si potrà camminare per i Portici di via Po, il Quadrilatero, San Salvario, San Donato, Crocetta, Vanchiglia, sulle orme, fra gli altri, di Fruttero & Lucentini, Leone Ginzburg, Cesare Pavese, Primo Levi, Mario Soldati, Jean Jacques Rousseau, Edmondo De Amicis, Augusto Monti, Xavier De Maistre, Vittorio Alfieri, Friedrich Nietzsche, Emilio Salgari, Italo Calvino, Ernesto Ferrero, Natalia Ginzburg e anche degli scrittori migranti Amara Lakhous e Younis Tawfik.

Iscrizione obbligatoria attraverso la piattaforma SalTo+.

  1. Itinerario Quadrilaterosulle orme, fra gli altri, di Fruttero & Lucentini, Mario Soldati, Jean Jacques Rousseau.
    Conduce: Alba Andreini
    Partenza: Piazza Palazzo di Città, di fronte all’Urban Center, ore 10 e 15:30
    La passeggiata attraversa i più suggestivi luoghi storici del centro (da Porta Palazzo a piazza Castello; da via Barbaroux alla Torre Littoria) e molti altri ne evoca da lontano, uno per tutti il Cottolengo, percorrendo piazze e strade immortalate in modo indimenticabile da scrittori italiani e visitatori stranieri che hanno celebrato in esse il cuore più antico della città.
  2. Itinerario San Donatosulle orme, fra gli altri, di Edmondo De Amicis, Augusto Monti, Xavier De Maistre.
    Conducono: Monica Martinelli, ore 10; Francesco Ruggiero, ore 15:30
    Partenza: Piazza Statuto, sotto al monumento dedicato al Traforo del Frejus
    La passeggiata si dispiega tra il quartiere di San Donato e il centro ripercorrendo le memorie lasciate in questa parte della città da alcuni dei protagonisti principali della cultura torinese degli ultimi due secoli – dal Risorgimento ai giorni nostri -, e da alcuni visitatori illustri (De Maistre, Casanova, Pirandello).
  3. Itinerario Portici di via Posulle orme, fra gli altri, di Vittorio Alfieri, Friedrich Nietzsche, Mario Soldati
    Conduce: Stefano Tubia, ore 10 e 15:30
    Partenza: Piazza Castello all’angolo con via Viotti e via Pietro Micca, sotto la Torre Littoria
    La passeggiata si svolge lungo l’asse di via Po, da piazza Castello fino a Piazza Gran Madre di Dio, e attraverso le memorie di visitatori illustri ripercorre la storia della città raccontandola nelle varie epoche, dal Barocco al Risorgimento al Novecento.
  4. Itinerario Crocetta sulle orme, fra gli altri, di Leone Ginzburg, Cesare Pavese, Primo Levi
    Conduce: Silvia Nugara
    Partenza: via Lamarmora 35, ore 10 e 15:30
    La passeggiata attraversa il quartiere della Crocetta, terminando in piazza Carlo Felice, con tappe dedicate in modo particolare alle abitazioni private e alle memorie di alcuni dei protagonisti più importanti della cultura torinese del Novecento, frequentatori del Liceo Massimo d’Azeglio e collaboratori della casa editrice Einaudi.
  5. San Salvariosulle orme degli scrittori migranti Amara Lakhous e Younis Tawfik, e nelle parole di Natalia Ginzburg
    Conduce: Emanuela Ranucci, ore 10; Monica Martinelli ore 15:30
    Partenza: corso Vittorio Emanuele II 53, ingresso principale Stazione di Porta Nuova
    La passeggiata si svolge in San Salvario e tocca i luoghi più significativi dell’immigrazione extra-comunitaria (dalla Stazione ai luoghi di culto e al mercato di piazza Madama Cristina, con richiami ad altri punti della città), senza dimenticare quelli dell’immigrazione dal Sud Italia degli anni Sessanta e Settanta. Il racconto dei luoghi è affidato in prevalenza alle voci degli scrittori migranti che scrivono in lingua italiana ma anche ai residenti più illustri del quartiere, come Natalia Ginzburg.
  6. Itinerario Vanchigliasulle orme, fra gli altri, di Emilio Salgari, Italo Calvino, Ernesto Ferrero
    Conduce: Claudio Panella, ore 10 e 15:30
    Partenza: via Napione angolo corso San Maurizio
    La passeggiata ripercorre le memorie letterarie dell’intero quartiere di Vanchiglia, dal lungo Po alle vie dell’antico Borgo riedificato nell’Ottocento da uno dei suoi residenti più illustri, Alessandro Antonelli, per raggiungere l’edificio realizzato da quest’ultimo e divenuto il simbolo della nostra città: la Mole Antonelliana.
By Redazione

Related Posts