Referendum Cavallerizza, le firme sono poche. E Albano chiede di abbassare la soglia minima

I dissidenti del M5S non sono riusciti negli ultimi mesi a raggiungere il numero minimo di adesioni necessarie per richiedere un referendum popolare: e così la consigliere di maggioranza propone di abbassare temporaneamente la soglia minima necessaria.

Gli appendiniani, e non solo, contro Appendino. Il pretesto è il solito: la Cavallerizza e il suo futuro utilizzo. Con l’approvazione del PUR (Piano Unitario di Riqualificazione) di fassiniana memoria, lo scorso febbraio, gli ex occupanti del bene Unesco, in tandem con il Movimento 4 Ottobre – costituito dagli ex M5S Carretto (consigliere in Comune), Frediani e Bertola (in Regione) –, lanciarono la proposta di un referendum per impedire l’attuazione del PUR.

Per indire un referendum comunale i passaggi sono due. Per presentare il quesito referendario al segretario generale del Comune, è necessario raccogliere mille firme. Poi bisogna far incrementare le adesioni a diecimila per poter porre in essere il referendum abrogativo. Il Comitato Promotore del referendum, in accordo al regolamento 297 del Comune di Torino in materia referendaria, può richiedere alla Segreteria Generale del Comune di attivare la modalità di raccolta telematica delle sottoscrizioni, sia nella fase di raccolta delle prime mille sottoscrizioni previste dall’articolo 21, sia in quella successiva.

Il consigliere Damiano Carretto, ex M5S

Ma le adesioni raccolte finora arrivano soltanto a quota 503, tra quelle recuperate online e quelle racimolate ai banchetti allestiti nelle scorse settimane in piazza Castello, ai quali ha presenziato lo stesso Carretto. Così, con un’iniziativa che non affonda ma neppure decolla, la consigliere Albano ha presentato, lo scorso 20 maggio, una proposta di deliberazione al consiglio comunale, volta a ridurre rispettivamente dei due terzi le quote minime di firme necessarie per un referendum popolare.

Si legge infatti: “in particolare si riduca il numero di sottoscrizioni necessarie per la presentazione delle istanze così come specificato: […]  Ai sensi dell’articolo 18 dello Statuto, il Comitato Promotore del referendum provvede alla raccolta di almeno trecentotrentaquattro sottoscrizioni valide prima della presentazione della richiesta di Referendum alla Segreteria Generale del Comune. […] All’atto di presentazione della richiesta i promotori devono produrre almeno trecentotrentaquattro sottoscrizioni valide, cartacee o telematiche, di soggetti titolari dei diritti di partecipazione popolare, in sostegno della richiesta di referendum”.

La consigliere Daniela Albano

Le ragioni, a leggere l’atto di Albano, andrebbero ricercate nello stato di emergenza sanitaria: “Considerata l’importanza della partecipazione democratica della cittadinanza alle istituzioni e la necessità di assicurare ai titolari o alle titolari dei diritti di partecipazione che la raccolta delle sottoscrizioni prevista dal Regolamento n. 297 della Città di Torino si svolga in condizioni di sicurezza per la salute di tutta la cittadinanza, tenendo conto del perdurare dell’emergenza pandemica e delle necessità di progredire nella campagna vaccinale in corso. Tenuto conto delle difficoltà oggettive in cui i presentatori e le presentatrici di istanze possono incorrere durante la raccolta di sottoscrizioni a causa delle restrizioni e delle limitazioni legate alle prescrizioni atte al contenimento della pandemia. Al fine di evitare, con riferimento all’espletamento delle suddette procedure, il verificarsi di assembramenti di persone e condizioni di contiguità sociale al di sotto delle misure precauzionali adottate, ai fini del contenimento della diffusione del virus, si ritiene necessario intervenire con urgenza”.

Quelle proposte da Albano sarebbero misure temporanee, da adottare a partire dall’estate: tempismo che suona ironico, considerando il progressivo affievolirsi dell’ondata pandemica e il graduale allentamento delle misure restrittive che, a dire di Albano, minerebbero il lavoro dei consiglieri.

By Vincenzo Lo Iacono

Related Posts